Resti di Mura Messapiche

Scheda di dettaglio

Prima della distruzione ad opera dei Tarantini, Carbina faceva parte di un sistema di centri fortificati della regione messapica: Ostuni, Ceglie, Mesagne, Oria. Come questi, anche Carbina sorgeva su un'altura dell'entroterra brindisino, sfruttando cosi' a fini difensivi, le caratteristiche del territorio. L'acropoli occupava la parte alta del colle, difesa da una prima e più antica cerchia di mura ciclopiche, composta da un assemblamento di pietroni informi. Altre due cinte murarie esistevano più a valle delimitando la zona adibita alle sepolture. Gli unici sono dei frammenti di mura appartenenti alla seconda cerchia, rinvenuti nei pressi del cimitero, all'altezza del bivio via Emilia - via Brandi. Nella zona bassa del centro abitato, in occasione di scavi per la costruzione di abitazioni, sono venute alla luce alcune tombe a camera, complete di corredo funebre, a testimonianza del fatto che la zona sepolcrale è ubicata ai piedi dell'acropoli.


Contatti e recapiti

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO

Il presente modulo utilizza i cookies di Google reCaptcha per migliorare l'esperienza di navigazione. Disabilitando i cookie di profilazione del portale, il form potrebbe non funzionare correttamente.